Una foto della famiglia Hofer Ingrid Hofer e la propria figlia

Il fascino della storia, la tradizione dell'accoglienza

45 anni di ospitalità e passione

Il nome Pienzenau appartiene a un'antica famiglia nobile bavarese. Il più famoso rappresentante di questa storica famiglia è probabilmente Hans von Pienzenau, difensore della fortezza di Kufstein. Nel Medioevo Merano era la capitale della contea del Tirolo. Intorno alla città (oggi quartiere di Maia Alta) sono sorti successivamente diversi castelli di famiglie nobili influenti. Uno di questi, il castello di Pienzenau, è stato menzionato per la prima volta nel 1934. Appartenevano al castello alcuni vigneti circostanti, che poco a poco sono stati venduti.

La nascita del Pienzenau: intima esclusività

Nel 1972 Ernst Hofer, originario della Val Passiria, e sua moglie Helene hanno acquistato uno di questi appezzamenti nella Maia Alta e vi hanno costruito l'Hotel Pienzenau - ispirandosi al famoso motto "piccolo è bello!" Il piccolo e accogliente hotel al tempo contava solo 15 camere. Una caratteristica peculiare era data dalla piscina coperta dell'hotel - una novità assoluta a Merano. Ernst Hofer originariamente era un macellaio, ma fin da subito ha dimostrato le sue ottime doti di albergatore.

L'ampliamento e la specializzazione

Nel 1975 Ernst Hofer decide di dare in gestione l'Hotel Pienzenau al figlio maggiore Robert insieme alla nuora Ingrid. Nello stesso anno la pensione viene ristrutturata e diventa un hotel a tutti gli effetti. Nei primi mesi del 1977 decidono di acquistare un ulteriore appezzamento di terreno che circonda il castello di Pienzenau. Ed è proprio qui che iniziano a costruire il Garni Hofer – i cui lavori terminano nel 1979.

Robert e Ingrid Hofer gestiscono l'hotel e il garni con grande passione e impegno, coltivando uno stretto rapporto con i propri clienti. Ingrid Hofer appartiene in realtà a una famiglia di albergatori (già alla quarta generazione), che affonda le sue radici a Dobbiaco nella Pusteria. Inoltre, ha seguito una formazione specializzata nella scuola alberghiera di Villach. In seguito ha lavorato nel prestigioso Hotel Palace di Merano, l'unico che poteva vantare in quel periodo ben 5 stelle.

La storia dell'Hotel Pienzenau**** è costellata di successi – grazie all'incessante impegno dei coniugi Hofer. L'amore per i dettagli e un immancabile tocco personale hanno conquistato la fiducia di un gran numero di clienti che man mano sono diventati fedelissimi alla struttura, frequentandola ancora oggi!

Il contributo delle nuove generazioni

Nel 1979 nasce Patrizia e sette anni dopo Sabrina. Entrambe sono cresciute all'interno dell'impresa di famiglia e hanno dato il loro contributo fin dalla tenera età. Dopo diverse esperienze nel settore alberghiero di lusso a Barcellona, Milano e Bolzano, Patrizia vive ora con il marito e il figlio Leonardo in Qatar, dove è impiegata nella gestione della prestigiosa catena di Hotel Ritz-Carlton (Ritz-Carlton Doha *****). Sabrina, invece, ha studiato a Innsbruck e Vienna dove ha conseguito la laurea. In seguito ha lavorato per un'agenzia di comunicazione e pubblicità. Dopo dieci anni trascorsi lontano da casa (in concomitanza con il suo trentesimo compleanno) ha preso la decisione di tornare alle sue origini e di dedicarsi alla gestione dell'azienda di famiglia.

L'Hotel delle Rose oggi

Per il nuovo millennio Robert e Ingrid Hofer hanno finalmente realizzato il loro sogno più grande: Il Garni Hofer si trasforma nel prestigioso Hotel delle Rose Pienzenau am Schlosspark 4 Stelle Superior. L'hotel è dotato tra l'altro di 30 camere e di un terrazzo che offre un meraviglioso panorama. Circondato da un mare di rose, lo sguardo si estende sulla città di Merano e sulle catene montuose che le fanno da cornice.

Il tema delle rose si riflette in tutte le aree dell'hotel. A partire dal cibo fino alle decorazioni, questo fiore simbolo del romanticismo accompagna gli ospiti per tutta la durata del soggiorno. La cordialità e la dedizione per ogni dettaglio rendono questo luogo una meta di svago davvero speciale. In particolare, Ingrid Hofer – da perfetta padrona di casa – riesce a trovare sempre il giusto equilibrio tra innovazione e tradizione. La rosa, simbolo di sensualità ed eleganza, riflette pienamente le sue aspirazioni. La struttura si presenta ancora oggi, dopo 16 anni, con uno stile moderno ma allo stesso tempo romantico.

Come raggiungerci
["2017-11-15","2017-11-16","2017-11-17","2017-11-18","2017-11-19","2017-11-20","2017-11-21","2017-11-22","2017-11-23","2017-11-24","2017-11-25","2017-11-26","2017-11-27","2017-11-28","2017-11-29","2017-11-30","2017-12-01","2017-12-02","2017-12-03","2017-12-04","2017-12-05","2017-12-06","2017-12-07","2017-12-08","2017-12-09","2017-12-10","2017-12-11","2017-12-12","2017-12-13","2017-12-14","2017-12-15","2017-12-16","2017-12-17","2017-12-18","2017-12-19","2017-12-20","2017-12-21","2017-12-22","2017-12-23","2017-12-24","2017-12-25","2017-12-26","2017-12-27","2017-12-28","2017-12-29","2017-12-30","2017-12-31","2018-01-01","2018-01-02","2018-01-03","2018-01-04","2018-01-05","2018-01-06","2018-01-07","2018-01-08","2018-01-09","2018-01-10","2018-01-11","2018-01-12","2018-01-13","2018-01-14","2018-01-15","2018-01-16","2018-01-17","2018-01-18","2018-01-19","2018-01-20","2018-01-21","2018-01-22","2018-01-23","2018-01-24","2018-01-25","2018-01-26","2018-01-27","2018-01-28","2018-01-29","2018-01-30","2018-01-31","2018-02-01","2018-02-02","2018-02-03","2018-02-04","2018-02-05","2018-02-06","2018-02-07","2018-02-08","2018-02-09","2018-02-10","2018-02-11","2018-02-12","2018-02-13","2018-02-14","2018-02-15","2018-02-16","2018-02-17","2018-02-18","2018-02-19","2018-02-20","2018-02-21","2018-02-22","2018-02-23","2018-02-24","2018-02-25","2018-02-26","2018-02-27","2018-02-28","2018-03-01","2018-03-02","2018-03-03","2018-03-04","2018-03-05","2018-03-06","2018-03-07","2018-03-08","2018-03-09","2018-03-10","2018-03-11","2018-03-12","2018-03-13","2018-03-14","2018-03-15","2018-03-16","2018-03-17","2018-03-18","2018-03-19","2018-03-20"]